Lo GnomoFestival 2024- un grande ritorno!

Ritorna lo Gnomo Festival, una grande festa per tutta la famiglia, questa volta per 3 giorni, dalle h. 18 del venerdì 2 agosto alle h. 18 della domenica 4 agosto, con spettacoli, area food, concerti, mercatino, laboratori, giochi e gran divertimento!

Che fate il 2-3-4 agosto?

 

 

Inaugurazione mostra: una classe, una storia

Un collettivo formato da artisti torinesi che nel lontano 1979 ancora studenti del Liceo, si sono uniti per dare spazio alla loro creatività, troveranno nuovo spazio al Lanificio Botto di Miagliano domenica 28 luglio 2024.

Le antiche vie di sera

Le antiche vie erano quelle che venivano percorse dagli operai che dalla Valle scendevano al grande stabilimento di Miagliano, il più importante di tutti gli opifici della Valle Cervo.

Il percorso in mezzo al verde, ci condurrà a Case Code sulle tracce di quel passato che rivive grazie ai racconti storici e a quelli naturalistici di Matteo Negro e Davide Varesano.

Apericena nell’azienda agricola di Cà d’Andrei. 20 euro compreso l’aperitivo, partenza alle 18 e arrivo alle 22 a Miagliano.

20 – 21 luglio con il Patto della Montagna

Il 21 luglio è previsto negli spazi del lanificio un incontro aperto, nel pomeriggio,  in cui verranno proposti due monologhi dello spettacolo del sabato sera, 20 luglio, e alcune scene del film realizzato da VideoAstolfoSullaLuna srl nel 2014.

Si parlerà del Patto della montagna: il lungo cammino verso la parità salariale, a 10 anni dal grande evento di teatro partecipato realizzato da Storie di piazza, che ha coinvolto la cittadinanza. e ha riscosso enorme successo.

Furono realizzati laboratori di cucina, costumi, storia, teatro volti alla realizzazione di uno spettacolo innovativo che permetteva allo spettatore di calarsi nei panni degli operai che venivano  assunti nel 1944. Quali erano le condizioni di lavoro dell’epoca? Cosa è successo? Cosa è cambiato?

Sabato 20 luglio lungo la roggia rivivremo alcuni momenti dello spettacolo Fabbrica di guerra realizzato nel 2014 da  Storie di piazza aps con molti partner; nello spettacolo del 2024 verranno riproposti alcuni testi scritti da Renato D’Urtica e Fabio Banfo e si parlerà delle condizioni di vita del 1944 anno in cui fu siglato l’accordo tra operai e industriali grazie al prezioso apporto dei partigiani che sorvegliavano gli incontri. Un patto unico in anticipo sui tempi e che sanciva la parità salariale tra uomo e donna.

 

30 anni di gioco dell’orso

Si parte domenica 7 luglio alle ore 16.00 con 30 Anni di Gioco dell’Orso, la giornata per grandi e piccini dedicata alla riscoperta dell’antico gioco della Valle Cervo con Carlo Dionisio e Carlo Gavazzi.
Trent’anni anni fa nel Biellese accadde una insolita sorpresa: Carlo Gavazzi, studioso di incisionirupestri, esplorando il territorio della Valle  del Cervo alla ricerca di graffiti incisi sulla sienite, trovò a Forgnengo,  frazione di Campiglia Cervo, un’inedita incisione composta da circonferenze e diametri.
Nessuno nel paese ne conosceva il significato e fu solo il fortuito incontro con l’84enne Elmiro Iacazio che seppe dire a Gavazzi trattarsi del gioco dell’Orso di cui ricordava anche le regole: un contendente gestisce tre cacciatori e l’altro interpreta l’Orso ed essendo un gioco asimmetrico si disputa una seconda manche a ruoli invertiti.

Il programma Wool Experience di luglio

Il mese di luglio del programma Wool Experience 2024 di Amici della Lana, progettoall’interno della Rete Museale Biellese sostenuto da Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e patrocinato dal Comune di Miagliano, si presenta ricco e variegato di eventi anche il sabato sera.

Si parte domenica 7 luglio alle ore 16.00 con 30 Anni di Gioco dell’Orso, la giornata per grandi e piccini dedicata alla riscoperta dell’antico gioco della Valle Cervo con Carlo Dionisio e Carlo Gavazzi.
Trent’anni anni fa nel Biellese accadde una insolita sorpresa: Carlo Gavazzi, studioso di incisioni rupestri, esplorando il territorio della Valle del Cervo alla ricerca di graffiti incisi sulla sienite, trovò a Forgnengo, frazione di Campiglia Cervo, un’inedita incisione composta da circonferenze e diametri.
Nessuno nel paese ne conosceva il significato e fu solo il fortuito incontro con l’84enne Elmiro Iacazio che seppe dire a Gavazzi trattarsi del gioco dell’Orso di cui ricordava anche le regole
Il pomeriggio prevede che alle 16.00 si parta con una breve disamina storica, seguita dalla spiegazione delle regole e poi… tutti a giocare al gioco dell’orso, parte integrante della nuova esposizione in lanificio denominata La Fabbrica della Valle, che avrà una sua spiegazione per
coloro che non l’hanno ancora visitata!

Si prosegue domenica 14 luglio con I Suoni del Villaggio Operaio, la visita guidata sonora al villaggio Poma, il più antico del Biellese e fra i primi d’Italia, assieme a Ted Martin Consoli che ha contribuito alla realizzazione dei pannelli informativi sparsi per Miagliano con il progetto
Identità Sonore.

Sabato 20 luglio Storie di Piazza, l’associazione cugina di Amici della Lana, presenta lo spettacolo Fabbrica di Guerra alle ore 20.30.
A differenza di quella messa in scena nel 2014 all’interno del Lanificio Botto, questa edizione presenterà solo alcune scene del teatro partecipato e si svolgerà tra lo stabilimento e la roggia con
partenze a gruppi.
Ingresso € 10,00, prenotazioni al 327.485.8731 o su iscrizioni@storiedipiazza.it.

Domenica 21 luglio alle ore 16.30 si continuerà a celebrare lo storico accordo che prese vita sulle montagne biellesi con Il Patto della Montagna: il lungo cammino verso la parità salariale,
un racconto a più voci fra cinema e teatro con proiezioni e discussioni su questa importantissima tematica con Maurizio Pellegrini.

E ancora, sabato 27 luglio una nuova uscita sulle Antiche Vie ma questa volta di sera con l’Apericena a Cà d’Andrei.
La passeggiata storico-naturalistica con Matteo Negro, vedrà la partenza alle 18.00 dal Lanificio Botto per raggiungere attraverso le mulattiere la frazione Case Code dove ha sede l’Azienda Agrituristica Cà d’Andrei che preparerà un tagliere di salumi e formaggi, insalata di farro e
calice di vino.
Al rientro percorso in notturna lungo i sentieri e la roggia di Miagliano illuminata. Prenotazione obbligatoria entro giovedì 25 luglio.

A concludere questo intenso mese, domenica 28 luglio alle ore 15.00, l’inaugurazione della mostra pittorica Una Classe, una Storia con gli ex allievi del 1979 del Liceo Artistico Vittorio Veneto di Torino che presenteranno vita, opere ed omissioni di persone e personaggi del nostro tempo in un caleidoscopio di arte, realtà, lavoro, sentimenti, sogni e casualità.

Info al numero 351.886.2836 o alla email amicidellalana@gmail.com.

Laboratorio Molière con Fabio Banfo

Il weekend di fine giugno, dal 28 al 30 giugno, prevede il graditissimo ritorno dell’attore, regista e drammaturgo Fabio Banfo con una residenza artistica curata da Storie di Piazza  dal titolo Il tartufo di Molière, ovvero la civiltà dell’ipocrisia.

Dal 28 giugno h. 21 al 30 giugno h 18 tra Sagliano (frazione Falletti) e Miagliano, Lanificio Botto.

Iscrizioni aperte a tutti: quota di partecipazione e info iscrizioni@storiedipiazza.it.  tel. 327 485 8731

Scarica la scheda Seminario Tartufo 2024

E la Berta filava- Laboratorio di filatura il 30 giugno

Nora Gawenda è una dolce fanciulla di origine tedesche che ha scelto il Biellese e Miagliano come patria di adozione. Ha molte passioni, oltre alla natura, ed è specializzata in intrecci per creare cestini: ha fatto una scuola professionale in Germania per questo, e ne abbiamo apprezzato l’anno scorso le capacità in occasione dello Gnomo Festival.

Quest’anno torna con un’altra sua passione: la lana! Cosa c’è di meglio per noi Amici della lana? Quindi, per chi vuole imparare un’arte antica, eccovi l’occasione il 30 giugno. Si imparerà con Nora un’antica tecnica di filatura a mano, dalle 15.

Prenotazione obbligatoria

Gran finale per la Valle dell’acqua con la band STAND UP

 

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "LA VALLE DELL'ACQUA 21-23 GIUGNO 2024 #SAVETHEDATE Valle delAequa C dell Storie Lavoro, di Pietra StoriediLavaro.diPletraediLana C Lana REGIONE PIEMONTE GAL"

Il 21-22-23 giugno La valle dell’acqua, Storie di lavoro, di pietra e di lana,  coinvolgerà molti paesi della Valle Cervo con visite culturali, passeggiate, eventi ed escursioni e vedrà un’apertura straordinaria del nostro sito museale il 22 giugno. L’evento della valle  terminerà domenica 23 giugno alle 17,30 con un concerto nel teatrino esterno (P408) di Miagliano del gruppo femminile Stand Up della Scuola di Musica Sonoria di Cossato.

Follow by Email
YouTube
Instagram