La fabbrica degli gnomi

 

Il Natale 2022 sarà magico per Amici della lana, Storie di piazza, Pro loco di Miagliano, Comune di Miagliano che uniti realizzeranno un evento speciale l’11 e 18 dicembre al Lanificio Botto.

Dalle 10 alle 18 : Visita alla Fabbrica degli Gnomi, mercatino, animazioni musical-teatrali, bevande calde e divertimento per un appuntamento adatto a tutta la famiglia!

Le animazioni a cura di Storie di Piazza saranno alle 15, 16 e 17.

 Il Bosco degli gnomi facente parte del percorso ITINERARIO ROGGIA, è invece aperto al pubblico tutti i giorni.

4-5 novembre Unesco Open Circuit

MIAGLIANO: VILLAGGIO OPERAIO & BIELLA THE WOOL COMPANY

www.comune.miagliano.bi.it

In occasione dell’UNESCO Open Circuit, il Comune di Miagliano organizza visite guidate del Biella Wool Company durante l’arco della giornata e offre visite autoguidate del Villaggio Operario. A Miagliano, infatti, sorge uno dei più importanti complessi cotonieri italiani, voluto dalla famiglia Poma nel XIX secolo, cui seguì la realizzazione di un villaggio operaio. Nel 1958 avvenne la riconversione a lanificio, ad opera del gruppo Botto, attivo sino alle soglie del XXI secolo. Oggi il lanificio rinasce grazie al consorzio Biella The Wool Company, che mette in comunicazione gli allevatori e la filiera tessile, e all’associazione Amici della Lana, che promuove la riqualificazione culturale della fabbrica con gli strumenti della didattica, delle arti e dello spettacolo.

ORARI: da definire

INDIRIZZO: Via Vittorio Veneto n.2 – 13816 Miagliano (BI)

TELEFONO: 015 2476035, 015 472469

CONTATTI & PRENOTAZIONI: amicidellalana@gmail.com

www.amicidellalana.it

www.comune.miagliano.bi.it 

www.biellathewoolcompany.it 

Autobahn con Storie di Piazza

Storie di Piazza aps presenta un monologo di Tondelli al Lanificio il 22 ottobre alle 21 con Francesco Logoteta e la regia di Pierr Nosari.

“Io ci sono affezionato a questo rullo di asfalto perché quando vedo
le luci del casello d’ingresso, (…) insomma quando le guardo mi
succede una gran bella cosa, cioè non mi sento prigioniero di casa
mia italiana, che odio, sì odio alla follia tanto che quando avrò
tempo e soldi me ne andrò…” (“Autobahn” di Pier Vittorio Tondelli)

“Autobahn” è l’ultimo dei sei racconti di “Altri Libertini”.

Perché Pier Vittorio Tondelli?

Di “Altri Libertini”, t’innamori subito, alla prima lettura. Ti conquista per lo stile dirompente, sfacciato, diretto, quasi scioccante. Pier Vittorio Tondelli desiderava trasmettere il “sound” del linguaggio e per raggiungere questo risultato fece un’approfondita ricerca stilistica e formale. Il libro finì sotto processo per oscenità ma fu assolto con formula piena, divenne un successo e fu riconosciuto come un capolavoro artistico.

Tondelli autore “urticante”, con una vita troppo breve (morì a 36 anni), Tondelli che, nonostante la collocazione dei suoi scritti in un preciso periodo storico (la generazione anti-ideologica degli anni ’80), ancora oggi dice qualcosa che vale la pena ascoltare.

Nell’Italia dei primi anni ’80, il protagonista è un giovane poco più che ventenne che vive una profonda inquietudine esistenziale, data dai limiti geografici e culturali del piccolo paese della provincia emiliana dove abita e si sente prigioniero. Per liberarsene, si mette in viaggio sull’A22, l’autostrada che da Carpi porta fino al Brennero e, potenzialmente, fino al Mare del Nord, con lo stimolo ed il pretesto di inseguire l’odore di quel mare, l’odore di “libertà”.

E’ la storia di un’evasione, o tentata tale. Forse è un viaggio onirico.

E’ un’invettiva? Sono passati 40 anni da quando Tondelli lo scrisse: cosa è cambiato, in noi, nel mondo che ci circonda e talvolta ci imprigiona?

Cosa significa, oggi, “Autobahn”? Cosa ci spinge a fare? Abbiamo il coraggio di rimetterci in viaggio? Abbiamo ancora la forza di correre dietro al nostro odore?

“Sono sulla strada amico, son partito, ho il mio odore a litri nei polmoni, ho fra i denti la salsedine aaaghhh e in testa libertà!”

Prenotazione obbligatoria al 351 886 2836

16 ottobre Le castagne degli gnomi

Il programma Wool Experience di Amici della Lana è ufficialmente terminato ma, come anticipato in precedenza, torniamo con altri momenti d’incontro per questo mese di ottobre.

Domenica 16 ottobre dalle ore 15.00 è in previsione un evento per le famiglie “Le castagne degli Gnomi”, una bella giornata per grandi e piccini realizzata in collaborazione con Storie di Piazza aps, i Volontari Civici e l’Associazione Miaglianese Pro Loco.
La manifestazione sarà incentrata sulla vita all’aria aperta, per godere delle colorate giornate d’autunno, sui frutti di stagione, ovvero le castagne, e sulla specialità miaglianese di ultimo grido: gli gnomi! Anche questa domenica saranno loro i protagonisti con il loro magico mondo e il Bosco degli Gnomi sarà di nuovo al centro delle attività.

Cosa succederà?

  • Amici della Lana farà l’accoglienza presso il Lanificio Botto e accompagnerà le persone lungo
    l’Itinerario Roggia fornendo piccole nozioni sul Villaggio Operaio Poma di Miagliano,
  • Storie di Piazza si occuperà dell’intrattenimento di grandi e soprattutto piccini con letture di storie magiche sia lungo la roggia e nel Bosco.
  • l’Associazione Miaglianese Pro Loco infine preparerà delle gustose caldarroste accompagnate da vin brulé e succhi di frutta, alla fine del percorso. Inoltre predisporrà alcuni nuovi personaggi del “piccolo popolo” con cui potersi fotografare.

Per una migliore riuscita della giornata invitiamo i bimbi che parteciperanno a vestirsi da gnometti, oppure a portare un amuleto portafortuna per scambiarsi magiche informazioni.

Comunicato stampa congiunto Miagliano 16-10-2022

 

2 ottobre nella pancia della Fabbrica

Il programma Wool Experience 2022 termina domenica 2 ottobre con “La fabbrica sotterranea”. L’attività viene realizzata grazie al contributo di Fondazione CR Biella, Energie Rinnovabili srl ed altre realtà.

La visita di domenica pomeriggio riguarderà la centralina idroelettrica situata all’interno del Lanificio Botto di Miagliano e gestita dalla società Energie Rinnovabili srl. Questa centrale è stata completamente ristrutturata e rimessa in funzione dal 2012 dopo anni di abbandono: dopo la chiusura dello stabilimento tessile nel 1993 la centrale è rimasta in attività ancora per qualche anno per poi essere dismessa. La storia di questo impianto è legata a quella della fabbrica, infatti essa fu realizzata nel 1864 per produrre energia meccanica per il funzionamento dei filatoi del cotonificio tramite delle turbine. Solo ad inizio ‘900 la centrale iniziò a produrre energia elettrica grazie a tre turbine Francis di cui una oggi è monumentata fuori dalla fabbrica. L’acqua necessaria alla produzione della corrente è fornita da un canale a cielo aperto che è oggi inserito nel “Parco roggia” di Miagliano, lungo circa 1 km, che tramite una condotta in ferro entra nello stabilimento tessile per poi cadere in un salto verticale di 21m sottoterra fino alla sala turbine. Ed è proprio qui che avverrà la visita, scendendo letteralmente nelle viscere dell’antica fabbrica Poma in un connubio fra passato e presente. I tecnici di Energie Rinnovabili ci accompagneranno nelle sale della centrale fino a raggiungere la parte più nascosta dello stabilimento, in parte scavata nella viva roccia.

La visita verrà fatta a gruppi di massimo 10 persone a partire dalle ore 15.00 con offerta libera.

Informazioni e PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE 351.886.2836 www.amicidellalana.it

Ricordiamo che nella giornata sarà possibile anche effettuare la visita al Lanificio Botto e la passeggiata lungo la roggia fino al “Bosco degli gnomi”.

 

25 settembre- Passeggiata a Case Code

Una nuova passeggiata, dopo il successo della passeggiata a Oneglie sulle tracce delle  miniere  seicentesche, verrà proposta con partenza al Lanificio Botto alle 15,  il 25 settembre, questa volta con meta Case Code, frazione di Sagliano Micca. Un’altra “Antica via” come quelle percorse dagli operai che, al suono della sirena si recavano in fabbrica.

Lungo questo tragitto proposto da Amici della lana aps per la rassegna Wool Experience realizzata grazie al contributo di Fondazione CR Biella e altri partner, il pubblico verrà accompagnato dalla guida escursionistica Matteo Negro e  da Davide Varesano, membro del Direttivo di Amici della lana. Il percorso avrà una durata di circa 2 ore e mezza.

Grazie al racconto di Matteo e Davide sarà possibile scoprire curiosità naturalistiche e storiche lungo il percorso che dalla roggia attraverserà Case Titin e, all’arrivo in frazione Case Code, sarà anche possibile degustare squisti prodotti biologici a Ca d’Andrei, azienda agricola specializzata in prodotti caprini.

Prenotazioni 351 8862836

18 settembre- Orizzonti Creativi

La Passeggiata con l’autore della Rassegna Wool Experience, sostenuta da Fondazione CR Biella e altri partner,  si arricchisce di una  nuova esperienza: la Passeggiata con… gli autori!

Sono numerosissimi gli appassionati che hanno aderito a Orizzonti Creativi l’associazione Biellese, nata quest’anno e che ha l’obiettivo di sostenere l’arte in tutte le sue forme.  L’associazione è composta da artisti della parola, artisti dell’immagine e  artisti dello spettacolo con una prevalenza  attuale di autori, appassionati di scrittura e scrittori che verranno a raccontarci gli obiettivi dell’associazione, che di recente ha presentato la Fiera letteraria a Biella, e poi ci accompagneranno lungo il sentiero che costeggia la roggia fino al Bosco degli Gnomi, intrattenendoci con letture curate dall’associazione Storie di Piazza aps.

L’inizio è previsto alle 16, con preghiera di prenotazione

11 settembre I segreti della lana

Volete realizzare un bellissimo astuccio di lana feltrata?
Allora dovete venire domenica 11 settembre alle ore 15.00 al Lanificio Botto di Miagliano (BI) dove Marielle Dumiot vi insegnerà i segreti della feltratura!
Tornerete a casa con un oggetto personalizzato e unico!!
Marielle vive da anni in Valle Cervo ed oltre ad amare questa terra, ama la lana feltrata.
Da tempo Amici della Lana organizza assieme a lei laboratori di feltratura in cui abbiamo feltrato davvero di tutto: le pietre della nostra valle, penne, taccuini e agende, saponette, maschere e addirittura… una persona!!!
Questa volta tocca a un pratico astuccio in cui riporre il cellulare, i fazzoletti o quello che si vuole.
Nella stessa giornata Carmine De Luca, l’uomo della lana, spiegherà i segreti delle lane autoctone europee della mostra “Fuori dal Gregge” presente al lanificio.
Perciò appuntamento per domenica 11 settembre, ore 15.00.

4 settembre tra suoni e gnomi

 

 

Scarica il  Comunicato stampa ADL 4 settembre 2022

Domenica 4 settembre alle ore 15.00, Amici della Lana aps vi porterà alla scoperta del più antico villaggio operaio del Biellese ed uno dei primi d’Italia, ma in modo molto particolare: attraverso i suoni! Dai suoni della fabbrica ai suoni del bosco. Un percorso divertente adatto alle famiglie che coinvolgerà grandi e piccini con partenza dal Lanificio Botto.

Da lì armati di smartphone e lettore QR-code, si partirà lungo un facile percorso che permetterà di ascoltare i suoni campionati da Ted Martin Consoli con il progetto Identità Sonore e inseriti nei pannelli illustrativi del villaggio operaio.

A seguire, si farà una passeggiata al Parco Roggia alla scoperta del Bosco degli Gnomi, creato nelle scorse settimane e curato dai volontari di Miagliano.

Prenotazione consigliata al numero 351 8862836 amicidellalana@gmail.com

Follow by Email
YouTube
Instagram