Perle di lana- Nuove feltrature in vista del Natale

In vista del Natale Amici della lana aps propone a tutti i suoi “volontari feltratori” alcuni incontri  per feltrare oggetti vari per piccoli regali o per addobbi natalizi. L’obiettivo è quello di creare un po’ do oggetti a offerta libera che verranno messi in esposizione al Lanificio.

Il volontario nel contempo potrà ricevere il suo regalo e imparare con Marielle Dumiot l’arte della feltratura.

Le date previste sono venerdì 29 ottobre e  sabato 13 novembre. Per orari e indicazioni si consiglia la prenotazione whatsapp al numero  339 528 1605 o amicidellalana@gmail.com

Diventa anche tu volontario feltratore di Amici della lana!

30-31 ottobre eperi-menti e Unesco

Il dinamismo che contraddistingue la comunità di Miagliano si manifesterà ancora il prossimo 30 e 31 ottobre. Infatti proseguono le attività culturali promosse dagli Amici della Lana e dal Comune di Miagliano nell’ambito del programma Wool Experience, con una mostra dal titolo “esperi-menti”. Protagonisti saranno i giovani artisti, Tommaso Ciabatti e Federico De Cosmo, che animeranno con le loro opere gli spazi del Lanificio Botto di Miagliano. “Questa avventura – commentano i due artisti – atta di incroci, innesti, combinazioni, ma anche di soste solitarie, dà vita a un percorso zigzagante animato da una tensione che è nutrita da gesti complementari e allo stesso tempo antitetici: il segno e la sua geometria da una parte e il movimento del colore e la sua energia dall’altra”. Aspetti, questi, che confluiscono nelle opere di entrambi gli artisti, le quali non possono far altro che parlarsi, rendendo conto della loro reciproca differenza all’interno di un intenso e serrato confronto vis a à vis. All’interno della mostra sarà presente anche l’esposizione “Incanti” della biellese Diana Carolina Rivadossi, che esporrà opere legate alla sacralità della natura e al mondo delle masche.
La mostra esperi-menti aprirà sabato dalle ore 14:30 e domenica dalle ore 10:00.
Domenica 31 ottobre inoltre sempre nel contesto del Lanificio f.lli Botto, aprirà le porte il Consorzio Biella The Wool Company nell’ambito dell’Unesco Biella Open Circuit, Biella Città Creativa, con l’apertura del centro di raccolta e valorizzazione della lane provenienti da tutto il mondo. Oltre una decina, tra cui Miagliano, sono le realtà coinvolte che per l’occasione apriranno le proprie sedi gratuitamente ai visitatori che potranno così scoprire i segreti del “saper fare creativo” che ha portato Biella nel network UNESCO. “Stiamo lavorando per dar voce all’Arte e alla Creatività in tutte le sue forme – commenta il Vice Sindaco di Miagliano Mauro Vinetti – e la dimostrazione di ciò è rappresenta dalla ricca offerta del prossimo fine settimana del 30 e 31 ottobre. Sarà possibile quindi scoprire le peculiarità maglianesi, attraverso il mondo della pittura e del disegno, della lana e della storia legata all’archeologia industriale di Miagliano. Abbiamo coniato un felice slogan che racchiude tutto ciò, ‘dalla produzione industriale alla produzione culturale‘, infatti oggi a Miagliano produciamo cultura”.
Per tutte le informazioni e gli orari della due giorni culturale consultare il sito www.comune.miagliano.bi.it
 

Biografie per esperi-menti

 
 

3 ottobre il Trenino

Le aperture estive nell’ambito della Rete Museale Biellese si sono concluse la scorsa domenica, ma al Lanificio Botto di Miagliano abbiamo ancora molte cose da fare!
Domenica 3 ottobre la prima delle aperture straordinarie per la presentazione del plastico della stazione di Miagliano, realizzato in collaborazione con Associazione FerroviaBiellaOropa.
Il pomeriggio inizierà alle ore 15.00 con la passeggiata da Tollegno a Miagliano alla scoperta del trenino con Davide Varesano.
Il ritrovo è fissato presso il Villaggio Filatura di Tollegno in via Antonio Gramsci, angolo via A. Craveia.
Da qui si percorrerà un tratto della ex ferrovia Biella-Balma fino a raggiungere la stazione di Miagliano e quindi il Lanificio Botto dove verrà presentato il plastico.
Il ritorno a Tollegno avverrà con i mezzi propri oppure a piedi.
Prenotazione obbligatoria al 320.098.2237 o tramite mail ad amicidellalana@gmail.com.
Partecipazione a offerta libera.

26 settembre Passeggiata con Matteo Negro

Il 26 settembre all’interno della giornata di festa dedicata al turismo e alla cultura, con il progetto: “La Valle dell’Acqua – storie di lavoro, di pietra e di lana”visita naturalistica guidata da Matteo Negro dell’associazione Gaia di Biella dal titolo “Gli alieni a Miagliano” con partenza alle 9,30, al Lanificio Botto di Miagliano in via Vittorio Veneto 2. Nel pomeriggio si replica alle 16 sempre con il biologo Matteo Negro, tra il torrente Cervo e il canale Roggia, i partecipanti andranno alla scoperta delle biodiversità del luogo con un occhio di riguardo al tema della pietra.

Prenotazioni amicidelllana@gmail.com 320- 0982237

25 settembre- Malamore, ma l’amore no

Malamore, ma l’amore no è il terzo spettacolo della serie di spettacoli al femminile che hanno debuttato a Miagliano dal mese di agosto in poi e verrà presentato alle 20.30 di sabato 25 settembre all’anfiteatro P408, tempo permettendo. In caso di maltempo si riparerà al Lanificio.

Lo spettacolo Malamore, ma l’amore no ha debuttato in Toscana in occasione dei festeggiamenti che il Comune di Cetona (SI) ha dedicato dal 20 al 24 agosto al suo cittadino più illustre: Guido Ceronetti. E’ stato ripreso in questo 2021 da un’equipe al femminile totalmente rinnovata: le torinesi Noemi Garbo, Luisa Trompetto e le biellesi Oriana Minnicino con la regia di Manuela Tamietti, attrice storica del Teatro dei Sensibili. Lo spettacolo fonde musica, teatro di figura, poesia, teatro di strada raccontando un’epoca molto cara all’autore che ci porta a metà del secolo scorso. Scenografie, costumi e marionette sono realizzati da Laura Rossi.

In scena tre attrici/cantanti che alternano testi e canzoni: Luisa Trompetto che ha conosciuto il Maestro e si è esibita in strada con lui, Oriana Minnicino e Noemi Garbo. Le attrici lavorano da anni per Storie di Piazza con la regista Manuela Tamietti, Melissa nome Sensibile, attrice storica del Teatro dei Sensibili dal 1986, anno in cui il Teatro è stato reso pubblico grazie al Teatro Stabile di Torino con la messa in scena de “La iena di San Giorgio” per il Teatro Stabile di Torino.

Ingresso 12 euro, ridotto per associati. Appuntamento alle 20,30 previa prenotazione e nel rispetto delle norme vigenti al numero 320 0982237 o info@storiedipiazza.it

18 settembre Orticolando, le storie, le persone e i prodotti del biellese

Un appuntamento inconsueto quello con Benessere&Benstare di settembre, giunto all’ultimo incontro, dopo aver esplorato tecniche varie ed esperienze di questi mesi. Si parla questa volta di alimentazione, bellezza e  condivisione con Orticolando, le storie, le persone e i prodotti del Biellese, il 18 settembre dalle 10 alle 12.

L’obiettivo è quello di scambiarsi informazioni per conoscere nuove realtà, sentendo dalla viva voce di alcuni protagonisti, come sono arrivati a costruire un percorso  diverso e un nuovo  futuro, cambiando alcuni parametri della loro vita precedente.

Il nostro territorio ha la fortuna di essere un bel territorio, ricco di acqua, storia, tradizioni. E’ possibile quindi cercare delle strade che portino a migliorare la qualità del cibo, degli incontri, della nostra salute  e non ultimo dello scambio e della socialità?

Certo. Alcuni produttori ci racconteranno la loro storia, fatta di ricerca e di passione.

  • Lo sapevate che ci sono degli orti al Piazzo? E che vengono condivisi? E che trattano di agricoltura naturale?
  • Lo sapevate che Fondazione Pistoletto ha un progetto che si chiama TerreabbanDonate?
  • Lo sapevate che esiste una cioccolateria specialie in Piazza Fiume  a Biella?
  • Lo sapevate che due donne biellesi si occupano di piante officinali e prodotti erboristici naturali?

Partecipate se volete conoscere nuove realtà e … se volete raccontare più avanti la vostra storia, fatecelo sapere!

18 settembre Ad alta voce

 

Un debutto di Storie di Piazza aps con uno monologo che tratta  di un tema scottante e molto scomodo: la violenza sulle donne, interpretato con maestria, coraggio e ironia da un’attrice biellese: Roberta Correale.

Uno spettacolo di teatro di prosa, ideato nell’agosto 2019 e rimandato causa emergenza sanitaria più volte, che ha come tema la trasformazione di un’esperienza traumatizzante e il come essa possa divenire punto di forza e spinta per il cambiamento. Cambiamento come qualcosa di necessario alla vita, trasformazione nel senso di mutare forma, ovvero dare un senso al vissuto, trovare la chiave di volta che permette di andare oltre dolore e rabbia, per ritornare a vivere. Al centro del lavoro c’è una donna in diversi momenti della sua vita: una bambina, una giovane donna, una donna adulta.

Il monologo, diviso in tre parti distinte, racconta in prima persona molestie e stupro, e il modo in cui sono interiorizzati ed elaborati.
Vista la delicatezza della tematica è consigliato ad un pubblico maggiore di quattordici anni.

Ingresso 12 euro, ridotto per associati 10 euro

19 settembre Passeggiata con l’autore

L’ultimo appuntamento della stagione con le Passeggiate con l’autore vedrà coinvolto il poeta dell’anima Enrico Frandino e la chitarra di Beppe Angelino, che accompagna alcune vecchie canzoni piemontesi. La performance dal titolo Gli accordi dell’anima vedrà la lettura di versi poetici, tratti da Carezze di vento, di Sonia Rondi e Luciano Tomasoni.

Prenotazione obbligatoria

 

 

 

12 settembre Perle di lana

 

Il 12 settembre l’appuntamento con la lana sarà triplo: al mattino si feltrerà con Marielle Dumiot con un progetto voluto da Anffas e aperto  e ai disabili e alle loro famiglie, Digital Agility di Cityfriend 

Prenotazioni sul sito di ATL 

Nel pomeriggio del 12 settembre sarà possibile scoprire la lana sucida con Nigel Thompson alle 15  e a seguire si impareranno i principi  del lavoro a maglia con i ferri circolari guidati da Linda Allegra. E’ possibile acquistare la lana di Aquilana, selezionata e curata dal Consorzio miaglianese e colorata all’Aquila presso la sede dell’associazione.

5 settembre il nuovo libro di Franco Grosso

Per il programma Wool Experience di Amici della lana il 5 settembre alle 17 si propone a Miagliano una Passeggiata con l’autore, con la guida turistica Maria Laura Delpiano e con l’autore e giornalista Franco Grosso incentrato sul suo ultimo libro: Il  Devoto Cammino dei Sacri Monti, dal Piemonte alla Lombardia, scritto con Renata Lodari, già presidente dei Sacri Monti piemontesi, uscito a fine 2020. 

Grosso ha percorso e raccontato nel volume i 700 km che uniscono i nove Sacri Monti e Lodari ha presentato la loro storia e descritto tutte le 161 cappelle esistenti. Il Devoto Cammino è certamente, al mondo, il cammino che tocca il maggior numero di siti Unesco: i Sacri Monti, le aree archeo-palafitticole di Arona e di Viverone, le Residenze Sabaude di Torino, il paesaggio vitivinicolo di Langhe-Roero e Monferrato e la città di Ivrea. Il percorso unisce diversi cammini esistenti come il Cammino di San Carlo, il Cammino di San Bernardo tra il Sempione e Novara, la Superga-Crea e il Cammino Eusebiano. Ma è sicuramente il paesaggio a caratterizzare lo straordinario percorso del Devoto Cammino, dai laghi piemontesi e lombardi alla pianura, dall’anfiteatro morenico d’Ivrea alle grandi città come Torino, Vercelli, Novara, Varese e Como e dalle colline del Monferrato all’archeologia industriale biellese.