Amici della lana

lana, fabbrica, paese, territorio

15 ottobre 2018
di Amici della Lana
0 commenti

Passeggiata con l’autore- Livio Milanesio

Livio Milanesio autore e regista teatrale è passato attraverso il cinema d’animazione per approdare allo storytelling digitale per grandi aziende. Insegna all’Istituto Europeo di Design.

“La verità che ricordavo” romanzo ambientato durante la seconda guerra mondiale, narra le vicende di Dino e Michele, due fratelli deportati in Germania. Dino a Königsbrück comincia una prigionia “dorata” nelle cucine di un circolo ufficiali dell’esercito tedesco. Il romanzo offre al lettore il ritratto tenero e allo stesso tempo spietato di un antieroe che per ingenuità o solo per vigliaccheria chiude gli occhi per non vedere, non chiede per non sapere, e che la Storia si incarica di riportare alla dura realtà della vita.”

Ingresso libero

 

 

5 ottobre 2018
di Amici della Lana
0 commenti

Gli spettacoli con Piemonte dal vivo

Scarica il Comunicato Conferenza stampa 5 ottobre

Ritorna nel Biellese Piemonte dal vivo, con spettacoli costituiti da giovani e vecchie compagnie che con la loro ricerca dedicata ai grandi temi dell’attualità, rappresentano  il meglio e l’originalità della produzione teatrale regionale. La Fondazione PDV ritorna grazie ad una nuova collaborazione partita da  tre realtà differenti, in tre diversi Comuni lungo il torrente Cervo: Piedicavallo, Miagliano, Biella.

Storie di Piazza diventa bottega teatrale e, in collaborazione con Amici della lana,favorisce la progettualità della Fondazione Piemonte dal Vivo.

A Miagliano il progetto Wool Experience si arricchisce e si amplia grazie a questa collaborazione e lancia  la propria stagione proponendo spettacoli per diverse età: i primi  due il 13 e 14 ottobre al pomeriggio saranno spettacoli dedicati all’infanzia mentre  tre spettacoli saranno per adulti il 19-20 e 21 ottobre, alla sera.

Sabato 13 ottobre 2018 h. 17.00

Le Guarattelle Di Pulcinella

di e con Gianluca Di Matteo

Burattini ed Ombre

con visita guidata all’esposizione Marionette Appassionate

Gianluca Di Matteo – Formatosi alla scuola napoletana del teatro di burattini, mette in scena canovacci tradizionali e spettacoli di burattini e ombre di sua creazione. Lavora molto all’estero, ospite dei Festival di burattini e dei teatri specializzati in teatro di figura, collabora con gli Istituti Italiani di Cultura e conduce laboratori teorici e pratici sull’arte delle guarattelle e sul teatro d’ombre. La manipolazione accurata, la forza del linguaggio gestuale  e il ritmo incalzante sono il cuore del Pulcinella che Gianluca Di Matteo porta in scena dal 2001 con il suo spettacolo tradizionale di burattini napoletani: “Le guarattelle di Pulcinella”.

Ingresso 5 euro, gratuito per associati

Scheda artistica Di Matteo

Domenica 14 ottobre 2018 h. 17.00

Storie di Piazza e AchabGroup presentano

Capitan Eco Live

una musica differente che si cura dell’ambiente

con Noemi Garbo, Alessandro Germano, Andrea Zuliani

Regia Manuela Tamietti e Alessandro Germano

Ritorna Capitan Eco terza produzione teatrale dedicata all’eroico personaggio, ideato da Achabgroup, rete nazionale di comunicazione ambientale, nato come fumetto per sostenere campagne ecologiche in tutta Italia e sensibilizzare i bambini alla cura dell’ambiente. “Capitan Eco Live” fonde musica e teatro in uno spettacolo in cui il protagonista, Capitan Eco con il suo veliero e  la sua ciurma, attraversa il mondo, incontra personaggi curiosi e animali parlanti, vive avventure straordinarie che aiutano a capire quanto sia importante amare e rispettare l’ambiente e la natura.

Ingresso 5 euro, gratuito per associati

SCHEDA artistica CAPITAN ECO Live-rid

Venerdì 19 ottobre 2018 h. 21.00

Doppeltraum Teatro presenta

Le Prenom

con Agnese Mercati, Federico Palumeri, Alessandro Cassutti, Lorenzo De Iacovo, Giulia Cerruti

In collaborazione con la Compagnia Crack24

 Tratto dal celebre testo francese che ha portato alla realizzazione del film nel 2012, questa commedia graffiante, con risvolti grotteschi, mette a nudo ciò che spesso si cela dietro al muro delle formalità e viene portata brillantemente in scena da una giovane compagnia torinese.

Vincent sta per diventare papà. Invitato a cena assieme alla sua compagna Anna, a casa di sua sorella Élisabeth e di suo marito Pierre, rincontra Claude, un caro amico d’infanzia. Ma quando la giovane coppia rivela il nome che vuole dare al bambino, tutto si frantuma. Tra litigi, sorprese e sensi di colpa si muovono le storie di cinque divertentissimi personaggi, ognuno con un proprio lato nascosto, ognuno con la propria spigolosità

Ingresso 7 euro, ridotto per associati

Scarica la scheda Le-prénom _ artistica

 

Sabato 20 ottobre 2018 h. 21.00

Mulino Ad Arte presenta

Mi abbatto e sono felice

di e con Daniele Ronco

luci ed elementi scenici Federico Merula

“Mi abbatto e sono felice” è un monologo a impatto ambientale “0”, autoironico, dissacrante, che vuole lanciare una provocazione importante; vuole far riflettere su come si possa essere felici abbattendo l’impatto che ognuno di noi ha nei confronti del pianeta sul quale abitiamo. 

Non utilizza energia elettrica in maniera tradizionale.  Si autoalimenta grazie allo sforzo fisico prodotto dall’attore in scena.

Ingresso 7 euro, ridotto per associati

MI ABBATTO E SONO-FELICE-Mulino ad Arte

 

Domenica 21 ottobre 2018 – ore 21.00

Teatro e Societa’ presenta

Spielerei, un monologo

testi a cura di Davide Motto, Marco Ronconi ed Elisabetta Baro

con Elisabetta Baro

regia di Claudio Montagna

Spielerei racconta le piccole vicende quotidiane di una donna poco più che ventenne: gli amori, i desideri, i sogni, le speranze. Sentimenti condivisi dalle donne di ogni luogo e di ogni tempo, ma per Etty Hillesum è impossibile coltivarli: è nata ebrea nell’Europa nazista.

Il testo dello spettacolo è tratto dai diari di Etty. Un incessante rimbalzo tra la vita e la morte, tra il continuare a vivere fra le piccole cose di tutti i giorni e la consapevolezza dell’inevitabile sciagura, tra l’odio e l’amore; è un inno alla speranza, un insegnamento per tutti coloro che verranno

Ingresso 7 euro, ridotto per associati

Prenotazioni amicidellalana@gmail.com, tel. 3200982237

Scarica la scheda Teatro_Società_Spielerei

E possibile richiedere altre foto degli spettacoli alla email amicidellalana@gmail.com

Scarica il programma completo: ottobre_2018 Wool Experience

Scarica il  Comunicato stampa Wool Experience 13-14 ottobre

2 ottobre 2018
di Amici della Lana
0 commenti

Passeggiata con l’autore: Pasquale Ruju- 7 ottobre

Il 7 ottobre alle h. 16, Pasquale Ruju, noto autore di Dylan Dog giunto al suo terzo romanzo, presenterà la sua ultima fatica “Stagione di cenere” che vede Franco Zanna, ex fotoreporter a caccia di scoop in Costa Smeralda e già protagonista di Nero di mare, impegnato in una nuova avventura che lo porterà suo malgrado a fare i conti con il fuoco e con un’estate rovente sconquassata dal terribile flagello degli incendi. Un flagello dietro al quale si muovono interessi milionari….

Pasquale Ruju biografia.

Laureato in architettura presso il Politecnico di Torino si avvicina al mondo del cinema e del teatro, dedicandosi poi principalmente al doppiaggio di personaggi di soap-opera (tra cui Sentieri) e di cartoni animati

Nel 1995 entra a far parte dello staff degli autori di Dylan Dog, diventando ben presto una delle firme note ai lettori della testata. In seguito gli verranno affidate anche le sceneggiature di storie per gli albi di Nathan Never, Martin Mystère, Dampyr e Tex; Demian e   Cassidy miniserie da 18 episodi l’una e nel 2015 la miniserie in quattro episodi Hellnoir

Vince dei premi per la sceneggiatura: Premio Cartoomics-If 2004 e premio U Giancu 2011. Nel 2010 è anche l’autore Bonelli più pubblicato dell’anno.

Nel 2012 è autore e sceneggiatore del thriller interattivo The House of Mystery, girato a New Orleans.

Nel 2016 pubblica per Edizioni E/O il suo primo romanzo: Un caso come gli altri, finalista al Premio Scerbanenco 2016.

Nel 2017 e 2018 escono sempre per Edizioni E/O i romanzi Nero di mare e Stagione di cenere. 

Ingresso libero

2 ottobre 2018
di Amici della Lana
0 commenti

Raffaele Antoniotti Duo: Balfolk- 5 ottobre 2018

Raffaele Antoniotti è musicista polistrumentista di lunga esperienza, organettista d’eccezione esprime la magia del suo organetto diatonico in uno spettacolo in coppia con Paola Iachini, Il suo organetto trova nuovi compagni sonori grazie alla pedal board, l’aerofono, incontra il colore del sax, e il tocco del secondo organetto ela dolcezza dell’accompagnamento della chitarra acustica di Paola. Il concerto permetterà al pubblico di danzare in una sala d’eccezione all’interno del Lanificio Botto di Miagliano. Il repertorio spazia  dalla tradizione franco-occitana a quella europea, con musiche sapientemente arrangiate che si  intersecano trasversalmente con suoi brani originali in uno stile interpretativo inconfondibile e  personalissimo.

Ingresso 6 euro, ridotto per associati

2 ottobre 2018
di Amici della Lana
0 commenti

Fotografare in Fabrica – 7 ottobre

La seconda edizione di Fotografare in “Fabbrica”? Il 7 ottobre 2018

Appena finita una se ne fa un’altra?

Perché?

Per chi ha dovuto rinunciare all’ultimo minuto per indisposizione, lavoro o impegni familiari.

Per chi l’ha saputo troppo tardi e desidera partecipare.

Per permettere a chi ha partecipato alla prima edizione di perfezionare la propria tecnica e di fotografare altre tre splendide ragazze.

Per passare tutti assieme un’altra bella giornata fotografica.

Perché il meteo da bel tempo.

Ci sono altri angoli della fabbrica da esplorare e  fotografare e lo faremo con:

Vittoria, ginnasta e modella, ci preparerà una bella performance, oltre a posare per noi.

Le due new entry, entrambe debuttanti:

Giulia, giovane quindicenne, aveva posato al club alla fine del Workshop di Diego Barbieri.

Alice, appassionata di fotografia, aveva frequentato il nostro corso lo scorso anno.

E poi Silvia e Valery che tornano con piacere a posare per noi.

Prenotazioni: info@piergiorgiobassoli.com, amicidellalana@gmail.com

3 settembre 2018
di Amici della Lana
0 commenti

Passeggiata con l’autore: Luca Pasquy- La meglio famiglia

Domenica 9 settembre alle h. 16,30 al Lanificio Botto Passeggiata con l’autore!

Il libro, romanzo di fantasia, narra le vicende che ruotano attorno alla gestione di una centrale elettrica, motore della vita di una cittadina del nord Piemonte a tutti nota: Biella. Una storia intensa e completa, che si snoda attraverso quasi 500 pagine di romanzo, alimentata dalla fantasia di Pasquy e da eventi che egli ha conosciuto nel corso della sua vita lavorativa.

Letture a cura di Valentina Banin, Francesco Logoteta e Massimiliano Gaggino.

Partenza dal Lanificio alle 16,30.

Scarica il  Comunicato stampa 9 settembre 2018

31 agosto 2018
di Amici della Lana
0 commenti

Fotografare in Fabrica e visita alla Centrale e Magazzino lana

Domenica 23 settembre ritorna la passione per la foto e per gli ambienti di archeologia industriale, con la variante della figura umana.

Durante questo primo workshop di ritratto e figura ambientata, i partecipanti avranno modo di cogliere i vari aspetti della fotografia di ritratto.

Gli ambienti unici, esterni ed interni del lanificio F.lli Botto di Miagliano faranno da cornice ad una serie di riprese guidate, pur lasciando la massima libertà di interpretazione ai partecipanti.

Lo spirito del workshop e quello di dare la possibilità a tutti, ma in particolare ai meno esperti, di effettuare riprese che individualmente non potrebbero fare.

La “fabrica” è quella dell’appellativo dialettale che gli operai davano al luogo di lavoro, e con questo titolo si vuole riproporre quella familiarità che il titolo evoca, proponendo un workshop in un ambiente rilassato.

La partecipazione al workshop prevede una quota di € 30.00 a partecipante da versare sull’Iban di Amici della Lana, con specificato: quota workshop fotografico, nome e cognome.

IT49Z0335901600100000078102 banca prossima

Le adesioni andranno fatte esclusivamente per mail e dovranno pervenire entro domenica 16 settembre

amicidellalana@gmail.com

info@piergiorgiobassoli.com

Scarica i dettagli per la partecipazione Fotografare in Fabrica

In ottobre ci sarà a titolo gratuito la possibilità di analizzare il proprio operato partendo dalla didattica, dall’inquadratura e dalle scelte effettuate durante i vari workshop  di fotografia tenuti al Lanificio, con un insegnante d’eccezione: Riccardo Poma.

—————————————————————————————————-

Per tutti a ingresso libero, a seguire il 23 settembre visita al magazzino della lana sucida e alla Centrale Idroelettrica dalle ore 15.

Visita guidata con Nigel Thompson e la Rete Museale Biellese

28 agosto 2018
di Amici della Lana
0 commenti

Il villaggio degli operai

Comunicato stampa MappaBi e Villaggio degli operai

Il prossimo appuntamento con la Rete Museale di Miagliano avverrà nel fine settimana con il progetto di Mappatura Sonora del territorio di Identità sonore che, in collaborazione dell’associazione Il Vergante e il contributo dell’ANG (Agenzia Nazionale dei Giovani), andrà a caccia di suoni sul nostro territorio patendo proprio dall’elemento acqua e dalla fabbrica di Miagliano per poi svilupparsi in altre sedi museali. L’iniziativa è aperta ai giovani ed è gratuita. Prenotazioni e informazioni Ted Martin Consoli tel. 3245589234

Domenica 2 settembre la visita guidata del Lanificio Botto appartenente alla Rete Museale Biellese avrà come titolo Il villaggio degli operai. Visita guidata per le vie di Miagliano alla scoperta del villaggio operaio e alle opere assistenziali Poma.

Lo sapete che quello di Miagliano è stato uno dei primi villaggi operai del Biellese? Fu realizzato dai Poma, tra il 1870 ed il 1890, prendendo ispirazione da quelli costruiti in Inghilterra, Belgio e Francia proprio perché in Italia non ne esistevano. A villaggio completato i vari edifici ospitavano fino a quasi 700 persone. Oltre alle case operaie, i Poma realizzarono anche diverse opere socio-assistenziali per i propri operai: l’asilo e il nido, le scuole elementari, il magazzino alimentare, la mensa aziendale, i lavatoi e un locale con sala da ballo e molto altro ancora. Come per esempio, il ponte sul torrente Cervo, ormai caratteristico del paesaggio, che fu costruito tra il 1919 ed il 1921 ed è uno dei primi in cemento armato in Italia.
La giornata prevede la normale visita tra le 14,30 e le 16,00 alle esposizioni presenti al Lanificio: “Fuori dal gregge”, “Marionette appassionate” e le esposizioni fotografiche che rappresentano un carattere distintivo del luogo. La partenza con la guida per le vie del paese alla scoperta del villaggio operaio avverrà alle 16.00.

www.amicidellalana.it, amicidellalana@gmail.com, 3200982237